• Le relazioni favoriscono la società
  • Telefono040 349 8975
  • Emailinfo@lebuonepratiche.org

Protocollo OTAGO nel territorio dell’ASUITS

Progetto per l’applicazione del protocollo OTAGO nel territorio dell’ASUITS

In Italia si verificano fra i tre e i quattro milioni di incidenti domestici all’anno. Si tratta di un fenomeno che colpisce prevalentemente le persone con 65 anni e più, con conseguenze rilevanti in termini di ricoveri, disabilità e mortalità. Tra gli incidenti domestici, le cadute rappresentano la voce più importante. Il problema è particolarmente rilevante, non solo per la frequenza e per le conseguenze di ordine traumatico, ma anche per le ripercussioni sul benessere psicologico della persona: anche la sola insicurezza legata alla paura di cadere può determinare una riduzione delle attività quotidiane e dei rapporti interpersonali, con progressivo isolamento sociale (Passi d'Argento, 2016).

Il progetto promosso dall'Associazione le Buone Pratiche, in collaborazione con l'Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste, Televita SpA ed Eutonia Sanità e Salute, si pone come obiettivo la prevenzione del rischio di cadute a domicilio in soggetti con più di 65 anni, incentivando l’esecuzione di un programma domiciliare individualizzato (OTAGO), mirato al miglioramento delle performance motorie in questa fascia di popolazione.

Il metodo “OTAGO”, riconosciuto a livello internazionale, è già stato sperimentato con successo anche nell’ambito di un programma di prevenzione della Regione Emilia-Romagna e della Regione Toscana; esso prevede la selezione di un gruppo di persone anziane (circa 180) residenti nel territorio di competenza aziendale al quale sarà applicato il metodo OTAGO, un programma di esercizi fisici personalizzati, svolti a domicilio con la supervisione di fisioterapisti appositamente formati. Parallelamente, il campione di popolazione selezionato sarà anche costantemente monitorato telefonicamente per facilitare la partecipazione attiva al progetto.

In particolare, il progetto si propone di:

  • sviluppare il senso di “self care” tra i partecipanti e i loro familiari grazie al corretto stile di vita attiva, orientandosi alla prevenzione del decadimento fisico e psicologico;
  • ampliare la conoscenza del personale sanitario e sociosanitario su modelli e metodi innovativi, accrescendo la formazione individuale e collettiva della categoria;
  • consentire ad ASUITS di esaminare oggettivamente, nell’ambito del proprio territorio, i risultati della sperimentazione e, conseguentemente, di valutare la possibile messa a regime del modello con l’adozione di pratiche efficaci per la prevenzione delle cadute in ambito domestico.

Launch Project

image